Torre dell’Orologio

L’orologio suona a ritmo di campane… Del 1588, la sua struttura è divisa in tre sezioni: nella prima abbiamo la porta di accesso, nella seconda una piccola finestra ad oblò e nell’ultima sezione l’orologio. All’esterno gli spigoli della costruzione sono messi in rilievo da un ritmico gioco di mattoni che sporgono e rientrano e che…

Ruderi del Castello

Oggi del castello rimangono pochi ruderi… Non si conosce con precisione la data della prima edificazione del castello. Una torre di guardia esisteva a Bivona già dal 1299. Nel 1359 tale costruzione a causa della sua inadeguatezza, fu riedificata dall’ammiraglio Corrado Doria su un poggio a nord-est  dell’abitato. All’inizio del XVI secolo l’edificio risultava distrutto;…

Palazzo Marchese Greco

Risale al XVIII secolo… Situato in via Marchese Greco, risale al XVIII secolo e fu realizzato in stile tardo barocco. È l’unico palazzo nobiliare di Bivona che ha mantenuto le proprie caratteristiche architettoniche. Il palazzo riproduce, in modo del tutto originale, i rispettivi modelli spagnoli. Il palazzo, in pietra arenaria e di un solo piano, si sviluppa in lunghezza e…

Palazzo Guggino

Un tempo era abitazione della famiglia Guggino… …che deteneva un Baronato. La facciata principale presenta cinque balconi, di cui uno angolare (quello posto sul lato ovest); l’intera abitazione si sviluppa attorno ad una xanèa, all’interno del quale si trova un’edicola sacra. L’edificio, che un tempo fu anche della famiglia del Marchese Greco, attualmente è di proprietà…

Palazzo De Michele

Un tempo era abitazione del barone De Michele… … e successivamente dei sottoprefetti di Bivona. La facciata principale, di uno spiccato color rosa, presenta cinque balconi e un portale di ottima fattura. Attualmente il palazzo è di proprietà privata. Si trova tra via Lorenzo Panepinto e via De Michele, nella parte centro-settentrionale del paese.