Alessandria della Rocca fa parte del comprensorio dei Monti Sicani, è situata geograficamente a nord della provincia di Agrigento, da cui dista 55 Km, è distante dal capoluogo siculo circa 112 Km; ubicata in posizione centrale tra i comuni di Bivona, Cianciana, S.Biagio Platani e S.Stefano Quisquina; sorge a 533 m. sul l/m e a  37° 43’ 3” long. Nord, 13° 27’ 15” lat. Est, su un altipiano leggermente inclinato da oriente ad occidente tra le colline Pizzo La Menta e Culma;ha una superficie di  57,93.kmq, costituita  prevalentemente dall’alternanza di  terreno marmoso e argilloso, ad oggi conta circa 3.400 abitanti. Il territorio di Alessandria della Rocca è attraversato dai fiumi Turvoli affluente del Platani, che nasce dai monti Cammarata, e dal Rifesi o Gebbia affluente del Magazzolo che nasce dai Monti di Palazzo Adriano. E’ un fiorente centro agricolo circondato da frutteti, mandorleti e uliveti. Il clima è tiepido in primavera ed in autunno, rigido in inverno, caldo-umido in estate a causa dell’esposizione a ponente. Alessandria ha una superficie di 185.509 mq, sorge secondo un impianto urbano  su croce di strada: sull’attuale via Umberto (un tempo la via Crocifisso) si innesta ortogonalmente e centralmente un secondo asse, di maggiore larghezza e perfettamente rettilineo, la via Roma ( prima si chiamava corso Nazionale e al tempo della fondazione via Nicolo’ Barresi). La pianta a crociera semplice: l’asse di  via Roma, si incrocia, ai quattro canti, con la via Umberto. Quattro Canti, o come vuole il linguaggio alessandrino, “li Quattru Cantuneri”, dividono a croce il paese, creando i quartieri principali: Pietà, Matrice, Purgatorio e San Giovanni. Oltre ai Quattro Canti, che segnano la struttura interna dell’abitato con isolati rettangolari, quattro croci, localizzate nella parte esterna del paese ne individuano la struttura esterna. Infatti, oltre alla croce posta al Calvario, e quella ancora esistente all’interno della Villa Comunale,altre due, in legno, erano situate, diametralmente opposte a queste, alla Portella ed al Convento    

 

Informazioni generali
Arte e cultura

Chiesa del Carmine

…abitato dai Padri Carmelitani fin dal 1608… La chiesa del Carmine, fu fatta costruire nel 1596 dal Principe Don Carlo Barresi, dedicata a Santa Maria dell’Annunziata. E’ detta del Carmine per l’ annesso convento, fondato da don Carlo Barresi nel 1589, abitato dai Padri Carmelitani fin dal 1608, (attualmente sede della Biblioteca Comunale). la facciata…

leggi tutto

Chiesa del Collegio di Maria

…“Presentazione al tempio”… La chiesa  del Collegio di Maria, sotto il titolo di “Presentazione al tempio”, fu fatta costruire da Donna Elisabetta Barresi e dal nipote Giuseppe Napoli Barresi nel 1674;è custodita dalle suore collegine dalla fine del XVII secolo. La facciata esterna richiama lo stile neoclassico ed è caratterizzata da un portale sormontato da…

leggi tutto

Chiesa del Crocifisso

La chiesa del Crocifisso fu costruita nel XVII secolo… La chiesa del Crocifisso fu costruita nel XVII secolo, si trova all’ingresso del paese. La facciata termina con un timpano a forma triangolare, su cui si erge un piccolo campanile. La chiesa  a una navata, all’interno sono presenti delle decorazioni di stile barocco e ospita la…

leggi tutto

Chiesa dell’Immacolata ed ex convento dei Padri Minori Riformati,

…fondati nel 1664 dalla principessa Elisabetta Melchiorra Barresi… La chiesa e il convento sono stati fondati nel 1664 dalla principessa Elisabetta Melchiorra Barresi, come ricorda la lapide sepolcrale, sormontata da un mezzo busto di marmo della  medesima signora. La chiesa così come oggi la vediamo è frutto di un restauro del 2000. Si accede ad…

leggi tutto

Chiesa di San Giovanni

…“non surrexit natos inter molierum maior Joanne Battista”… La Chiesa San Giovanni Battista, ubicata nel Comune di Alessandria della Rocca in Via San Giovanni, è stata costruita nel 1640, per concessione della baronessa Elisabetta Barresi e dell’arciprete Onofrio Ansalone. L’impianto della Chiesa è costituito da una sola navata, le pareti interne sono arricchite da festoni…

leggi tutto

Chiesa Madre o Santa Maria del Pilerio

…la devozione alla Madonna sotto il titolo di Madonna del Pilerio… La Chiesa Madre fu fatta costruire nel 1610 da Don Carlo Barresi, edificata su una struttura preesistente e più piccola dedicata a S.Nicola di Bari, primo protettore del paese, la cui statua lignea si trova attualmente nella chiesa omonima. La chiesa è dedicata alla…

leggi tutto

Santuario Madonna della Rocca

…appare la Vergine Maria che le rivela che in quel posto è sotterrata una statuetta… La chiesa del Santuario della Madonna della Rocca fu costruita dalla baronessa Elisabetta Barresi nel 1636, per concessione di Mons. Francesco Traina, a seguito del ritrovamento, nella zona detta “ Rocca Ncravaccata”, del simulacro della Madonna della Rocca avvenuto intorno…

leggi tutto

Castello Pietra d’Amico

…costruito intorno al VIII-IX secolo d.C. … In prossimità del territorio di Alessandria della Rocca,a circa 5 Km dall’abitato, nel bacino del Magazzòlo (dall’arabo “Magzil” – acque vorticose”), lungo circa 35 Km, è stata costruita intorno agli anni ottanta la diga Castello (nel corso dei lavori di costruzione della diga, sono stati riportati alla luce…

leggi tutto
Tradizioni e festività
Personaggi distinti
Servizi